Ad R2B parliamo di Generativa e futuro

Ad R2B parliamo di Generativa e futuro

a cura di Materahub

Ancora una volta siamo tornati a R2B, il Salone Internazionale della ricerca e delle alte competenze che da 19 anni si tiene a Bologna. Per dirla spiccia, R2B (Research2Business) è l’unica fiera italiana multisettore dove il tema dell’innovazione viene affrontato sia relativamente le nuove tecnologie ma anche le competenze, le politiche per la competitività delle imprese, la ricerca, l’Europa e i mercati internazionali: un’occasione insomma diventata ormai imperdibile.

L’esperienza di Generativa a R2B

E siamo tornati con le stesse intenzioni di raccogliere stimoli, prospettive e relazioni, ma anche per raccontare un nuovo progetto. Lo scorso anno, sempre in occasione del R2B, presentammo la ricerca sullo stato delle competenze culturali in Europa fatta per la EIT – Culture & Creativity.

Be’, siamo rimasti fedeli alla linea, ma abbiamo aggiunto un twist tecnologico. Quest’anno Materahub ha portato l’esperienza di Generativa: un academy sull’Intelligenza Artificiale Generativa per chi solitamente ha meno accesso a competenze hard sulle tecnologie d’avanguardia, come artisti/e, Musei e Archivi, Imprese Culturali e Creative.

Un progetto che siamo orgogliosi di curare insieme a Sineglossa, l’Università Orientale di Napoli, TLON e Basilicata Creativa e per cui abbiamo grandi aspettative: non è che ci siano molte academy di questo tipo al momento, soprattutto in Italia. E noi lo riteniamo fondamentale sia per abbassare le barriere d’ingresso dei professionisti/e del settore culturale e creativo all’IA generativa, sia per capire come possiamo migliorare i propri processi interni e la produzioni di contenuti e servizi per gli utenti e le comunità attraverso l’Intelligenza Artificiale.

Carlo Ferretti di Materahub nel cubo di Neuradio in occasione del R2B
Carlo Ferretti di Materahub (a destra) nel cubo di Neuradio in occasione del R2B di Bologna

La prima academy sull’IA generativa

Al momento, siamo ancora in una fase esplorativa, quindi di ricerca sui bisogni specifici dei target, e di impostazione dei moduli formativi. Inizieremo i test ad inizio 2025. L’ambizione è quella di scalare metodologia, processi e moduli formativi fin da subito. Quindi quale migliore occasione che R2B per raccogliere feedback, possibili partner e spunti per migliorare il nostro progetto.

Di questo, proprio nei giorni di R2B abbiamo parlato con Neuradio, partner della fiera e di ARTER, tra le organizzatrici dell’evento. Entriamo in un cubo vetrato nel bel mezzo degli stand, a fianco di quello dedicato alle imprese culturali e creative. L’ambiente è informale e accogliente. Ad aspettarci ci sono Marra MC e La Toppa, lui con grandi baffi all’insù, lei con un grande sorriso. Dietro di loro un muro color giallo con il logo della radio. Mi siedo, mi acquieto, prendo il microfono. Si parte.

Una chiacchiera informale, provando a capire insieme perché è importante che ci sia un Academy sull’IA generativa per artisti e professionisti culturali, a che punto siamo con l’applicazione di queste tecnologie nell’ambito culturale e cosa faremo nei prossimi mesi di progetto. La nostra conversazione dura all’incirca una decina di minuti. Li saluto, parte la musica. Il palinsesto va avanti.

Di seguito potete ascoltare l’intera puntata:

Condividi l'articolo: